Pansa, la sconcertante santificazione di un falsario di Tomaso Montanari - da  www.micromega.net  - La canonizzazione a reti unificate di Giampaolo Pansa come 'maestro di giornalismo' lascia senza parole. Perché con i sui romanzetti revisionisti filofascisti – irti di omissioni, falsificazioni e disonestà intellettuali di ogni tipo – non ha soltanto contribuito all’equiparazione sostanziale fascismo-antifascismo, ma ha tradito l'idea stessa di giornalismo come ricerca della verità.

 

Perché il populismo digitale minaccia la democrazia  di Gabriele Giacomini - da  www.micromega.net - Più che un’ideologia, il populismo è uno stile comunicativo che, grazie alla spinta delle nuove tecnologie della comunicazione, prende alla lettera, snaturandolo, il principio della sovranità del popolo. In “Come Internet sta uccidendo la democrazia” (Chiarelettere), Mauro Barberis ci offre una ricca e provocatoria riflessione sul rapporto fra tecnologie e sistemi umani che è anche una appassionata difesa della cultura liberale come bastione di democrazia.

 

Le Sardine e la svolta politica necessaria - Articoli di autori vari – fonte: volerelaluna  - Uno dei fenomeni più rilevanti che caratterizzano la scena politica del Paese a cavallo di questo 2020 è il movimento delle Sardine. Alla vigilia di quella che i promotori definiscono una nuova fase del movimento ci sembra utile proporre tutti insieme – al fine di un più agevole approfondimento – i variegati articoli e commenti comparsi sul sito di Volere la luna.

 

Gli aggressori garanti della «sovranità» libica - Manlio Dinucci - fonte: Centro Studi Sereno Regis  - Alla Conferenza di Berlino il segretario di stato Usa Mike Pompeo ha richiesto «la fine dell’interferenza straniera in Libia, l’embargo sulle armi e un durevole cessate il fuoco». Lo stesso hanno fatto Francia, Regno Unito e Italia, gli stessi paesi gli stessi paesi che nove anni fa formavano insieme agli Usa la punta di lancia della guerra Nato contro la Libia.

 

Chiamata alle armi, la Nato mobilitata su due fronti di Manlio Dinuccifonte: Voltairenet.org  - Come previsto in un vecchio progetto annunciato nel 2013, la Germania è riuscita a convincere il presidente Trump a dispiegare truppe europee in Medio Oriente sotto il comando della NATO. L’Alleanza vi vede l’opportunità di essere presente nella regione indo-pacifica e diventare un’organizzazione mondiale, in particolare facendo leva sulla questione taiwanese. Per tutelare la propria credibilità la Nato deve mostrare che la propria forza è intatta rispetto alla Russia, perciò organizzerà gigantesche manovre, Defender Europe 20.

 

Davos 2020: la terra delle disuguaglianze – Rapporto Oxfam sulla povertà nel mondo - Time to care – Avere cura di noi Sommario in italiano 

 

Non si tratta più di “credere” di José María Vigil - Adista Documenti n° 41


Cristianesimo senza miti di Ferdinando Sudati - Adista Documenti n° 41

 

Non tutti i SI TAV sono mafiosi, ma tutti i mafiosi sono SI TAV di Marco Revelli - fonte: volerelaluna.it/  - Nel salotto delle madamine torinesi si scopre che forse non tutti erano puliti. Come quel Roberto Rosso, pasdaran del SI TAV, arrestato per “scambio elettorale politico-mafioso”

 

La macchina assassina non può restare ai privati di Marco Revelli - fonte: volerelaluna.it/  - Ogni discussione sull’Ilva non può prescindere dal fatto che quella è una macchina assassina: uccide i propri operai e chi vi abita intorno. Solo una proprietà pubblica potrà risanare fabbrica e città, con logica del bene comune anziché del profitto. Un ente che risponda ai cittadini e al loro diritto alla vita e non agli azionisti

 

VIDEO del Dossier Statistico sull'immigrazione 2019 curato dal Centro Studi e Ricerche IDOS  -  68.845 arrivi in Europa attraverso il Mediterraneo, dal 1° gennaio al 1° ottobre 2019, 1.314 morti e dispersi nella rotta centrale, una drastica riduzione degli arrivi via mare alla quale si aggiunge la sostanziale chiusura dei canali regolari di ingresso.

 

Top 200, il dossier sulle imprese che si spartiscono tutto il denaro del pianeta - Il Centro Nuovo Modello di Sviluppo, da decenni tra i più preziosi osservatori sulle imprese che divorano la ricchezza del mondo, ha curato il Dossier 2019 sulle prime 200 multinazionali del pianeta.

ottobre 2019

Il funzionamento della   potente macchina social che dal 2014 sta dietro l’ascesa di Salvini, A farla funzionare ci sono 35 esperti digitali che coprono la vita pubblica e privata di Salvini 24 ore al giorno, festività incluse.  di Milena Gabanelli e Simona Ravizza Corriere della sera, Dataroom di Milena Gabanelli - Il vincolo è quello della riservatezza assoluta. I meccanismi per aumentare i fan sui social sono sfruttati in tutto il loro potenziale, a partire dal T-R-T: una sigla che sta per televisione, rete, territorio. Si tratta di un gioco di specchi per mettere continuamente in comunicazione i tre ambiti: l’attesa dell’intervista tv viene trainata da ripetuti annunci su Facebook, durante la trasmissione si estrapolano e commentano in tempo reale fermi immagine e tweet live con i messaggi chiave da diffondere. Subito dopo vengono postati gli interventi tv

 

 

 



 

https://giudiziouniversale.eu/